chimica-online.it

Reazione esoergonica

Che cos'è una reazione esoergonica?

Si dice esoergonica una reazione chimica che avviene con una diminuzione di energia libera.

L'energia che viene persa può essere di vari tipi: calore (in questo caso si parla più propriamente di reazioni esotermiche) ma anche energia luminosa, ecc.

Nelle reazioni esoergoniche il contenuto di energia libera dei prodotti è inferiore al contenuto di energia dei reagenti.

Ciò vuol dire che, durante la reazione, il contenuto di energia libera del sistema diminuisce.

Schema di una reazione esoergonica.

Come è possibile notare dal grafico precedente, in una reazione esoergonica il valore di ΔG (variazione di energia libera) diminuisce, sicchè:

ΔG = Gfinale - Giniziale < 0

La reazione avviene quindi spontaneamente.

In biologia, esempi di reazioni esoergoniche sono la glicolisi e la respirazione cellulare (che sono reazioni di ossido-riduzione), ma più in generale è esoergonica ogni reazione del catabolismo.

La combustione dell'alluminio è un altro esempio di reazione esoergonica. Oltre al calore viene sviluppata anche una notevole quantità di energia luminosa.

Di seguito il video della reazione chimica:

Riassumendo

Le reazioni esoergoniche sono reazioni nelle quali, oltre al calore, sono sviluppate altre forme di energia, come per esempio quella luminosa.

Sono reazioni che avvengono spontaneamente e il contenuto di energia libera del sistema diminuisce.

Una reazione che avviene con assorbimento di energia è invece detta reazione endoergonica.

Studia con noi