chimica-online.it

Metodi di Separazione

I principali metodi di separazione di un miscuglio

La materia, si presenta quasi sempre costituita da miscugli di diverse sostanze.

Spesso l'uomo ha utilizzato i materiali come li trovava in natura (l'acqua, le pietre, il legno, ecc.), tuttavia, molto spesso, ha cercato di estrarre dai miscugli che aveva a disposizione i componenti che gli servivano.

Così ha imparato ben presto a recuperare il sale dall'acqua marina, a estrarre l'olio dalle olive, a separare le pagliuzze d'oro dalla sabbia, e così via.

Oggigiorno separare i componenti di un miscuglio è una cosa molto frequente.

Spesso i chimici, sia in laboratorio che nell'industria debbono isolare le sostanza contenute in una miscela; a tale scopo possono ricorrere a molti metodi di separazione, di esecuzione più o meno complessa.

Principali metodi di separazione e principio su cui si basano

I metodi di separazione sono metodi chimico-fisici che permettono la separazione di una miscela nei singoli componenti che la formano.

Il processo di separazione da adottare dipende dal tipo di miscela ed è più semplice nel caso di miscele eterogenee.

Quindi, in base al tipo di miscuglio può essere applicata una determinata tecnica che permette la separazione dei suoi componenti.

Di seguito sono elencati i principali metodi di separazione e il principio su cui si basano.

Alcune di queste tecniche risalgono a tempi remoti, altre sono invece relativamente recenti.

E' chiaro che, in base al tipo di miscuglio da separare, bisogna scegliere la tecnica più adatta:

I metodi cromatografici sono i metodi più efficaci per la separazione di una miscela.

Studia con noi