chimica-online.it

Metabolismo dei lipidi

Metabolismo o digestione dei lipidi

I lipidi sono una vasta e importante classe di sostanze organiche naturali, di origine animale o vegetale.

Possono essere classificati in: lipidi saponificabili e lipidi insaponificabili.

I lipidi di maggior interesse alimentare sono: i trigliceridi, i fosfolipidi e gli Steroli (colesterolo)

La digestione (o metabolismo) delle molecole lipidiche avviene interamente nell’intestino.

Come avviene il metabolismo dei lipidi

Il metabolismo dei lipidi avviene in diverse fasi.

Anzitutto i lipidi subiscono una decomposizione fisica per azione dei sali biliari che con la loro azione emulsionante preparano il substrato alla successiva azione chimica.

L’idrolisi delle microparticelle lipidiche avviene per opera di enzimi:

  • lipasi pancreatica: idrolizza i trigliceridi a 2-monogliceridi e acidi grassi in quanto non è in grado di spezzare il legame tra glicerolo e acido grasso in posizione 2
  • colesterolo-esterasi: idrolizza il legame estere tra colesterolo e acido grasso, nonché quello dei 2-monogliceridi
  • fosfolipasi pancreatica: idrolizza il legame in posizione 2 tra un acido grasso e un fosfolipide

I prodotti finali dell’idrolisi enzimatica dei lipidi nel condotto intestinale sono dunque: glicerolo, acidi grassi, 2-monogliceridi, colesterolo, lisofosfolipidi.

Tali sostanze passano nelle cellule epiteliali per semplice diffusione insieme alle vitamine liposolubili.

Glicerolo  acidi grassi a catena corta vengono trasportati direttamente al fegato per la sintesi di colesterolo e derivati.

Gli altri composti vengono riassemblati in lipidi complessi e inglobati in chilomicroni, lipoproteine costituite da un cuore lipidico idrofobo ed un rivestimento esterno proteico idrofilo dedicate al trasporto delle suddette nel plasma sanguigno; qui i rivestimenti vengono distrutti mano a mano e i lipidi vengono assorbiti dalle varie cellule dell’organismo per diffusione, previa idrolisi per opera della lipasi lipoproteica presente negli endoteli dei capillari.

In particolare, tali grassi possono essere utilizzati dalle varie cellule per scopi energetici o accumulati come riserva energetica nelle cellule del tessuto adiposo.

Studia con noi