chimica-online.it

Leggi Ponderali

Spiegazione e analisi delle tre leggi ponderali

Verso la fine del XVIII secolo e l'inizio del XIX secolo, si studiarono con particolare importanza gli aspetti quantitativi delle trasformazioni chimiche, arrivando a descrivere il comportamento delle sostanze attraverso leggi che ancora oggi sono chiamate leggi fondamentali della chimica o leggi ponderali (ponderale = che riguarda il peso).

Le leggi ponderali sono le seguenti:

Nel 1803 l'inglese J. Dalton elaborò la prima teoria atomica secondo cui la materia è costitutita da atomi. Il modello atomico di Dalton poggia su solide basi scientifiche e il suo punto di partenza fu una attenta analisi di queste leggi.

leggi ponderali

Il chimico inglese J. Dalton

Le leggi ponderali, come detto, risalgono tra la fine del XVIII secolo e l'inizio del XIX secolo, riguardano alcuni comportamenti regolari riscontrati quando le sostanze reagiscono tra loro.

proust

Il chimico francese Joseph Louis Proust

Nel 1799 il chimico francese J.L. Proust, rifugiatosi in Spagna durante la Rivoluzione Francese affermava: "Le proprietà dei composti sono invarianti come lo è il rapporto dei loro costituenti.

Da un polo all'altro della Terra, entrambi sono identici; l'aspetto dei composti può variare con lo stato di aggregazione ma le loro proprietà chimiche mai.

Non è stata osservata nessuna differenza tra gli ossidi di ferro del sud e quelli del nord.

Il cinabro del Giappone è costituito con gli stessi rapporti di quello della Spagna.

L'argento non è ossidato o clorurato in modo differente nel cloruro del Perù o in quello della Siberia."

Esercizi sulle leggi ponderali

Li trovi al seguente link: esercizi sulle leggi ponderali.

Studia con noi