chimica-online.it

Legge di Boyle

Enunciato e spiegazione della legge di Boyle

Nel 1662 Robet Boyle formulò una legge sui gas nota come legge di Boyle o legge dell'isoterma: il volume occupato da un gas, mantenuto a temperatura costante, è inversamente proporzionale alla pressione alla quale il gas è sottoposto.

Ciò vuole dire che, mantenendo costante la temperatura (trasformazione isoterma) e raddoppiando, triplicando o quadruplicando la pressione esercitata sul gas, il suo volume diventa rispettivamente un mezzo, un terzo, un quarto.

legge di boyle

Formula della legge di Boyle

In termini matematici, la legge di Boyle può essere espressa nel seguente modo:

P1 · V1 = P2 · V2

in cui:

  • P1 e V1 sono rispettivamente la pressione e il volume iniziali
  • P2 e V2 sono rispettivamente la pressione e il volume finali

In un sistema di assi cartesiani la curva che si ottiene ponendo i valori (calcolati alla medesima temperatura) del volume in ascissa e della pressione in ordinata, è una iperbole equilatera detta isoterma.

Diminuendo la temperatura, l'isoterma si sposta verso l'interno:

legge dell'isoterma

Rappresentazione grafica della legge di Boyle

Esercizi sulla legge di Boyle

Li trovi al seguente link: esercizi legge di Boyle.

Studia con noi