chimica-online.it

Curie

Unità di radioattività: curie (Ci)

Per valutare la potenza di una sorgente radioattiva è necessario, a parte la natura e l'energia delle sue radiazioni, conoscere innanzitutto il numero di disintegrazioni che avvengono nell'unità di tempo.

Definizione di Curie

L'unità internazionale assunta è il curie (Ci), che corrisponde al numero di disintegrazioni al secondo di un grammo di radio che è pari a 3,63·1010, assunto poi convenzionalmente in 3,7·1010, cioè 37 miliardi al secondo.

Agli scopi pratici, questa unità è talvolta troppo grande e si usano suoi sottomultipli quali il millicurie (mCi = 3,7·107 disintegr./sec.) ed il microcurie ( µCi = 3,7·104 disintegr./sec).

Il curie non è da confondersi con il roentgen, unità di misura dell'irraggiamento.

Il Rutherford

Un'altra unità di radioattività adoperata è il Rutherford (Rd), corrispondente a 106 disintegrazioni per secondo, ed i suoi sottomultipli millirutherford e microrutherford.

  • 1 mRu = 103 dising./sec.
  • 1 µRu = 1 dising./sec.

Il Becquerel

L'unità di misura adottata dal Sistema Internazionale per esprimere l'attività di una sostanza radioattiva è invece il Becquerel.

Il Becquerel, che viene indicato con la lettera Bq, corrisponde alla attività di una sostanza radioattiva che effettua una disintegrazione al secondo.

Tra Becquerel e Curie esiste il seguente fattore di conversione:

1 Bb = 2,7 · 10-11 Ci

Esercizio

A quanti Bq corrispondono 3,4 · 10-11 Ci?

Svolgimento dell'esercizio

Per risolvere l'esercizio bisogna ricordare che tra Becquerel e Curie esiste il seguente fattore di conversione:

1 Bb = 2,7 · 10-11 Ci

A questo punto, per sapere a quanti Bq corrispondono 3,4 · 10-11 Ci basta impostare una proporzione:

1 Bb : 2,7 · 10-11 Ci = X : 3,4 · 10-11 Ci

da cui:

X = (1 Bq · 3,4 · 10-11 Ci) / 2,7 · 10-11 Ci = 1,26 Bq

Pertanto 3,4 · 10-11 Ci corrispondono a 1,26 Bq.

Studia con noi