chimica-online.it

Centrifugazione

Separazione di un miscuglio tramite centrifugazione

La centrifugazione è un metodo di separazione che consente di separare due sostanze di un miscuglio eterogeneo per mezzo della forza centrifuga.

La centrifugazione viene utilizzata per la separazione di miscugli eterogenei solido-liquido oppure miscugli eterogenei liquido-liquido.

Quando la differenza di densità tra le due sostanze è piccola, la separazione tramite decantazione risulta lenta; è proprio in questi casi che è conveniente operare tramite centrifugazione.

Per effettuare questo tipo di separazione si ricorre a una centrifuga.

centrifuga

Centrifuga da laboratorio chimico.

Si introduce il miscuglio in apposite provette (provette da centrifuga) che vengono inserite nella crociera che consente l'alloggiamento delle provette.

centrifugazione

Sezione di una centrifuga di laboratorio

Le provette con il loro contenuto, sono sottoposte a centrifugazione cioè a una rotazione ad altissima velocità.

In seguito a ciò, la parte più densa del miscuglio si deposita sul fondo delle provette, mentre la parte meno densa rimane al di sopra (surnatante).

Il liquido sovrastante viene quindi aspirato tramite una pipetta Pasteur.

L’uso delle centrifughe permette la separazione della parte più densa del miscuglio in tempi molto brevi. Infatti, la rapida rotazione della provetta, permette di sviluppare una forza (forza centrifuga) di intensità molto più elevata rispetto alla forza di gravità terrestre.

La centrifugazione ha quindi il grosso vantaggio di essere un processo abbastanza rapido.

Impieghi della centrifugazione

Questa tecnica di separazione trova vasto impiego in campo industriale: per esempio nella lavorazione del latte (per separare la panna dal latte) e dell'olio (per separare la parte acquosa).

Viene utilizzata anche in campo sanitario, come nel caso della separazione della parte liquida del sangue (plasma) da quella corpuscolare (globuli rossi e bianchi, piastrine).

Studia con noi

Shop online