chimica-online.it

Cianuro di potassio

Proprietà e caratteristiche del cianuro di potassio

Il cianuro di potassio è un sale con formula chimica KCN.

Fu scoperto da Scheele nel 1782.

Proprietà fisiche del cianuro di potassio

Il cianuro di potassio si presenta come un solido di colore bianco inodore se anidro, dal caratteristico odore di mandorle amare se si trova in un ambiente umido. KCN, CO2 e H2O e reagiscono infatti secondo la seguente reazione chimica:

2 KCN + CO2 + H2O → K2CO3 + 2 HCN

rilasciano HCN i cui vapori, molto velenosi, hanno il caratteristico odore di mandorle amare.

Il cianuro di potassio si scioglie facilmente in acqua prova di CO2 con reazione alcalina. Infatti KCN si scioglie in acqua dissociandosi negli ioni K+ e CN-.

Mentre lo ione K+ non dà idrolisi, lo ione CN- dà idrolisi basica:

CN- + H2O → HCN + OH-

Pertanto le soluzioni acquose di KCN hanno un pH > 9 (pH basico).

Mantenuto fuso all'aria o riscaldato con ossidi metallici si trasforma in cianato.

È un composto molto tossico. La sua tossicità è dovuta allo ione cianuro (CN-) che, combinandosi con il ferro dell'emoglobina, impedisce il trasporto dell'ossigeno ai tessuti e di conseguenza impedisce la respirazione cellulare.

Preparazione del cianuro di potassio

In laboratorio è possibile preparare il cianuro di potassio allo stato puro neutralizzando una soluzione alcolica di potassa caustica con acido cianidrico.

KOH + HCN → KCN + H2O

Utilizzo del cianuro di potassio

Il cianuro di potassio viene usato nella cianurazione dei minerali auriferi ed argentiferi, in fotografia, in galvanoplastica.

Il cianuro di potassio purissimo del commercio contiene il 98,5-99% di KCN; talvolta può contenere come impurezze cianati, solfo- e ferrocianuri, carbonati, solfuri, solfati e talvolta metalli pesanti.

Studia con noi

Shop online