chimica-online.it

Carbonato di potassio

Proprietà e caratteristiche del carbonato di potassio

Il carbonato di potassio, noto anche come potassa, è un sale ternario con formula chimica K2CO3.

La presenza della potassa nelle ceneri del legno è nota fin dall'antichità ed ha costituito, per lungo tempo, la principale fonte di questo composto.

Il carbonato di potassio è una polvere bianca assai solubile in acqua.

Alla temperatura di 20°C, 100 g d'acqua sciolgono 110,5 g di carbonato di potassio.

K2CO3 è un composto ionico formato da due cationi K+ e dallo ione poliatomico CO32-.

struttura del carbonato di potassio

In soluzione acquosa il carbonato di potassio si dissocia pertanto nel seguente modo:

K2CO3(s) → 2 K+(aq) + CO32-(aq)

dando idrolisi basica:

CO32- + H2O <==> HCO3- + OH-

Preparazione del carbonato di potassio

Il processo primitivo di preparazione del carbonato di potassio dalle ceneri di legna che contengono circa il 30% di K2CO3 e rappresentano circa l'1 % del peso del legno, è stato esteso alle ceneri della borlanda di melasso che rappresentano il 10% del peso del melasso stesso e contengono fino al 40-60% di carbonato di potassio ed al residuo della lavorazione e calcinazione delle acque di lavaggio della lana.

Tale metodo viene ancora usato. Le ceneri sono lisciviate con acqua, fino a quando la soluzione contiene circa il 25% di sali; accanto al carbonato di potassio, sono presenti anche solfato, cloruro, fosfato e silicato di potassio. Per cristallizzazione frazionata e successiva calcinazione in forni a fiamma, si ottiene carbonato di potassio circa al 98%.

Il processo tecnico più importante per la preparazione del carbonato di potassio è quello che parte dall'elettrolisi del cloruro di potassio.

L'idrossido di potassio (KOH) risultante viene fatto reagire, in recipienti di lavaggio di gas od in torri di assorbimento, con gas contenenti anidride carbonica (fumi della combustione o gas dei forni a calce), secondo la reazione:

2KOH + CO2 → K2CO3 + H2O

Impieghi del carbonato di potassio

Le soluzioni di carbonato di potassio servono nell'industria del sapone.

Inoltre, siccome il ferro non è praticamente corroso da queste soluzioni, esse sono impiegate anche sia come refrigeranti che per il riempimento degli estintori.

Nell'industria dei saponi, che è l'uso più antico, la soluzione deve contenere meno del 2% di soda per evitare la formazione di noduli duri nel sapone tenero.

Un'applicazione importante del carbonato di potassio si ha nell'industria vetraria per ottenere vetri potassici (vetro di Boemia).

Studia con noi