chimica-online.it

Acido azotidrico

Proprietà e caratteristiche dell'acido azotidrico

L'acido azotidrico è un acido con formula chimica HN3.

Il suo nome IUPAC è triazoturo di idrogeno.

È un acido debole (Ka = 1,2 · 10-5 a 20 °C) avente temperatura di fusione di -80°C, temperatura di ebollizione di 37 °C e massa molare pari a 43,03 g/mol.

Si presenta come un liquido di odore penetrante, bassobollente, molto tossico ed esplosivo.

Nella struttura chimica dell'acido azotidrico i tre atomi di azoto sono legati tra loro in modo lineare; l'acido è un ibrido tra le seguenti forme di risonanza:

forme di risonanza acido azotidrico

La struttura lineare fu dimostrata per la prima volta dal chimico italiano Angelo Angeli.

Preparazione dell'acido azotidrico

L'acido azotidrico può essere preparato per azione dell'acido nitroso sull'idrazina, metodo con il quale l'ottenne per la prima volta il chimico tedesco T. Curtius:

HNO2 + N2H4 → HN3 + 2 H2O

I sali dell'acido azotidrico: gli azoturi

I sali dell'acido azotidrico, detti azoturi (o impropriamente azotidrati), sono - come l'acido libero - per la maggior parte esplosivi.

Gli azoturi dei metalli alcalini (litio escluso) e quelli di bario e di radio, per riscaldamento si decompongono invece in modo lento secondo la reazione:

Ba(N3)2 → Ba + 3 N2

L'azoturo di sodio, NaN3, si prepara comunemente per azione del protossido di azoto secco sulla sodioammide alla temperatura di 200-300 °C:

N2O + 2 NaNH2 → NaN3 + NH3 + NaOH

L'azoturo di piombo, Pb(N3)2, si prepara nell'industria degli esplosivi mescolando soluzioni acquose di azoturo di sodio e di un sale di piombo: è una polvere cristallina pesante, bianca, che ha proprietà innescanti circa dieci volte superiori a quelle del fulminato di mercurio, del quale è meno sensibile all'urto e all'umidità.

Allo stesso modo si prepara l'azoturo di argento, che ha gli stessi impieghi.

Altre sostanze esplosive o impiegate nella preparazione di esplosivi sono:

Studia con noi