chimica-online.it

Cobalamina

Proprietà e caratteristiche della cobalamina

La cobalamina, nota anche come vitamina B12 o cianocobalamina, è una vitamina che interviene nel metabolismo dei carboidrati, dei lipidi, delle proteine e degli acidi nucleici.

In particolare, la cobalamina:

- è una vitamina indispensabile per una normale emopoiesi in relazione al suo intervento nella formazione degli acidi nucleici e delle nucleoproteine;

- è necessaria per un normale sviluppo;

- influenza la maturazione delle cellule epiteliali;

- nel sistema nervoso interviene nei processi metabolici connessi all'integrità delle fibre mieliniche;

- favorisce la biosintesi della colina e della metionina.

Caratteristiche chimiche della cobalamina

La cobalamina ha l'aspetto di un solido rosso cristallino che si decompone senza fondere; è solubile in acqua, negli alcoli e nei fenoli mentre è insolubile in acetone, etere etilico e cloroformio.

Viene lentamente inattivata in soluzione alcalina e in soluzione acida (il massimo di stabilità si ha a valori di pH compresi tra 4,5 e 5); è facilmente alterata anche dagli agenti ossidanti e dai riducenti.

La sua formula di struttura evidenzia la presenza di un atomo di cobalto:

struttura della cobalamina

Struttura chimica della cobalamina.

Preparazione e presenza in natura

La cobalamina è presente nei tessuti animali e soprattutto nel fegato, mentre è assente nei tessuti vegetali superiori.

Gli animali la ingeriscono con i cibi o la sintetizzano tramite la flora batterica intestinale: molti microrganismi (Bacillus megaterium, Propionibacterium, alcuni Streptomyces, ecc.) sono infatti normali produttori di cobalamina e sono appunto impiegati per la sua preparazione in colture sommerse che prevedono l'aggiunta di sali di cobalto al liquido di coltura.

Avitaminosi da cobalamina

Raramente si verificano fenomeni di avitaminosi perché la cobalamina è presente in tutti i cibi di origine animale e anche perché è sintetizzata dalla flora batterica intestinale.

Si ha carenza solo in condizioni patologiche, come nell'anemia perniciosa, in quanto, in questi casi, tale vitamina non viene assorbita.

Impieghi terapeutici

Il principale impiego terapeutico di questa vitamina è contro l'anemia perniciosa; la cobalamina viene però anche usata nel trattamento della sprue, dell'herpes zoster, di alcune nevriti e di altri disturbi della pelle e del fegato.

Somministrazione

La cobalamina viene solitamente somministrata per via parenterale o per via orale.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

allergene

coenzima a

FAD e FADH2 - Flavina adenina dinucleotide

acido ascorbico

acido aspartico

Studia con noi