chimica-online.it

Antistaminici

Proprietà degli antistaminici

L'istamina è il prodotto che si forma biologicamente per decarbossilazione dell'istidina.

L'istamina è farmacologicamente molto attiva e produce numerosi effetti; la sovrapproduzione di istamina ha un ruolo importante nelle reazioni allergiche.

I farmaci noti come antistaminici sono composti che neutralizzano gli effetti delle istamine.

Molti agenti chimici e fisici, così come le reazioni anticorpo-antigeni, possono scatenare la produzione di istamina.

L'istamina può provocare una netta caduta della pressione sanguigna, accelerazione del battito cardiaco, rossori, mal di testa, stimolazione della secrezione gastrica di acido cloridrico e difficoltà di respirazione (attacchi asmatici).

Applicazioni locali provocano arrossamenti localizzati e gonfiori, che sono confrontabili con la risposta a danneggiamenti localizzati di vario tipo.

I farmaci che bloccano l'effetto dell'istamina vengono denominati antistamine o antistaminici.

La maggiore utilizzazione di questi farmaci si ha nel trattamento delle malattie allergiche: sinusite, febbre da fieno e così via.

decarbossilazione dell'istidina

Decarbossilazione dell'istidina

Struttura degli antistaminici

Le antistamine hanno tutte un gruppo etilamminico sostituito (-CH2CH2N<) in comune con l'istamina e apparentemente sono efficaci in quanto competono con l'istamina per uno dei suoi siti recettori.

Due antistaminici usati comunemente sono la clorfenirammina e la difenidrammina.

clorfenirammina e difenidrammina

Alcuni antistaminici provocano sonnolenza, poiché deprimono il sistema nervoso centrale.

Per questa ragione, ci si raccomanda che i pazienti sotto antistaminici non guidino automobili o utilizzino macchinari pericolosi.

L'azione sinergica depressiva degli antistaminici con alcol o barbiturici ha portato spesso a casi mortali.

Gli effetti collaterali degli antistaminici sul sistema nervoso centrale ha portato all'uso di antistaminici specifici per la prevenzione di nausee da movimento o come sedativi blandi.

Alcuni fra i primi e più potenti tranquillanti sono stati sviluppati come risultati laterali nelle ricerche sugli antistaminici.

Studia con noi