chimica-online.it

Acido palmitico

Proprietà e caratteristiche dell'acido palmitico

L'acido palmitico, noto anche con il nome di acido esadecanoico o acido cetilico, è un acido grasso di formula chimica CH3(CH2)14COOH.

E' un acido organico alifatico saturo con massa molare di 256,43 g/mol, punto di fusione di 64°C e punto di ebollizione di 351°C.

E' un solido bianco altamente insolubile in acqua a causa del prevalere della parte idrocarburica apolare e quindi idrofoba (coda) sulla parte polare costituita dal gruppo carbossilico che è idrofilo (testa).

Presenta la seguente struttura:

acido palmitico

L'acido palmitico è ampiamente diffuso in natura ed assieme all'acido stearico è il più importante tra gli acidi grassi della serie satura.

E' stato isolato sotto forma di estere con il glicerolo in molti grassi e oli di animali e di piante, nello spermaceti e nella cera delle api sotto forma di gliceride.

E' abbondante sia nel regno animale che in quello vegetale; come è possibile notare dalla tabella seguente, l'acido palmitico è particolarmente abbondante nell'olio di palma (da cui prende il nome) e dopo l'acido oleico è il componente principale dell'olio di oliva nel quale lo si trova sotto forma di triestere con il glicerolo (palmitina).

acido palmitico negli alimenti

Così come succede per l'acido miristico anche all'acido palmitico viene attribuito un effetto ipercolesterolemizzante, ovvero un aumento del colesterolo totale ed in particolare della frazione LDL.

Le frazioni LDL depositano il colesterolo in eccesso sulle pareti delle arterie, favorendo in questo modo la formazione delle placche. Per questo motivo il colesterolo LDL è definito "cattivo".

colesterolo hdl e ldl

Usi dell'acido palmitico

L'acido palmitico trova impiego industriale nella preparazione dei suoi sali metallici, i palmitati, usati come lubrificanti solidi e scivolanti.

Studia con noi