chimica-online.it

1-butanolo

Proprietà e caratteristiche dell'1-butanolo

L'1-butanolo, noto anche con il nome di alcol n-butilico (si legga: alcol normal-butilico) o di alcol butilico normale, è un alcol primario con formula bruta C4H9OH. Presenta la seguente struttura:

1-butanolo

E' uno degli isomeri del butanolo.

Ha massa molare di 74,12 g/mol, punto di fusione di -89°C, punto di ebollizione di 118°C e densità di 0,81 g/cm3.

A temperatura ambiente è un liquido incolore dall'odore alcolico; è un composto infiammabile, nocivo e solubile nei comuni solventi organici. In acqua (alla temperatura di 20°C) presenta una solubilità di 77 g/L.

Preparazione dell'1-butanolo

L'1-butanolo si forma insieme ad acetone, etanolo e altri alcoli superiori nella fermentazione selettiva di idrati di carbonio contenuti in vegetali, come grano o granoturco, o in loro prodotti di lavorazione (per esempio melassa), oppure per riduzione dell'aldeide n-butirrica, ottenibile per ossosintesi del propilene.

La ossosintesi ha una vasta applicazione nella preparazione dell'1-butanolo: in questo processo il propene viene inizialmente convertito in butanale per idroformilazione con una miscela equimolecolare di ossido di carbonio e idrogeno; successivamente la butanale viene convertita ad alcol n-butilico.

Il processo può essere schematizzato nel seguente modo:

sintesi dell'1-butanolo

Una modificazione recente del processo osso utilizza pressioni basse (30 atm) e un catalizzatore a base di cobalto carbonile complessato con tributilfosfina.

Questo può produrre direttamente l' 1-butanolo e si usano 2 moli di idrogeno per mole di ossido di carbonio.

Usi dell'1-butanolo

L'1-butanolo (in modo simile al 2-butanolo) viene impiegato nella preparazione dell'acetato di butile, di esteri superiori impiegati come plastificanti e di altri prodotti industriali.

Studia con noi