chimica-online.it

Antitossina

Che cos'è una antitossina?

Le antitossine sono anticorpi specifici che compaiono nel siero di Mammiferi e altri animali dopo che il loro organismo è venuto a contatto spontaneamente o artificialmente con tossine batteriche, animali, o vegetali.

Le antitossine non differiscono dagli altri anticorpi se non per la proprietà di neutralizzare in modo specifico le tossine che ne hanno determinato la formazione.

Non sempre, tuttavia, le tossine vengono neutralizzate dalle antitossine omologhe: gli antigeni O, che sono complessi tossici formati da proteine, da polisaccaridi e da fosfolipidi, di alcuni microrganismi Gram-negativi vengono solo scarsamente neutralizzati dalle rispettive antitossine.

Le esotossine o tossine proteiche semplici, invece, vengono neutralizzate dalle antitossine omologhe tanto in vivo quanto in vitro.

Preparazione delle antitossine

Le antitossine vengono generalmente preparate iniettando in un animale un tossoide o dosi crescenti di tossina fino a che un'alta concentrazione di anticorpi è presente nel siero.

Il siero di questi animali, iniettato in pazienti sofferenti di malattie tossiemiche, è in grado di neutralizzare l'azione tossica delle tossine (immunizzazione passiva).

Bisogna tuttavia tener presente che la fissazione di tossine ai tessuti recettivi è assai rapida e, una volta che tale fissazione è avvenuta, la successiva azione dannosa non può essere prevenuta dall'antitossina.

Da qui l'indicazione di somministrare precocemente i sieri contenenti le antitossine specifiche oppure di indurre un'immunizzazione attiva mediante l'inoculazione di anatossine.

L'immunizzazione attiva è largamente impiegata per prevenire malattie quali la difterite, il botulismo e il tetano.

Ti potrebbe interessare

Studia con noi